AnimalieAmbiente.it Onlus Kinder
AnimalieAmbiente.it / rubriche / I videomessaggi di Licia Colò & Friends / VIDEO: Licia Colò, "morte Daniza, tutti a casa i responsabili!"

VIDEO: Licia Colò, "morte Daniza, tutti a casa i responsabili!"

L'indignazione per una barbarie che si poteva e doveva evitare, frutto dell'ignoranza, del pressapochismo e della burocrazia italiana.

E' morta l'orsa Daniza. O forse è stata uccisa da un "sistema" anacronistico, sbagliato, crudele. Questo lo dirà solo il tempo, o meglio la perizia autoptica alla quale sarà sottoposto il plantigrado in giornata per comprendere meglio le cause del decesso.
L'orsa è stata catturata nella notte dagli uomini della Provincia di Trento ma non ha retto alla dose di anestesia che è stata iniettata nel suo corpo per completare l'operazione di cattura.
Sull'episodio, la Provincia ha subito diffuso un comunicato per spiegare quanto accaduto: "In ottemperanza all'ordinanza che prevedeva la cattura dell'orsa Daniza, dopo quasi un mese di monitoraggio intensivo, la scorsa notte si sono create le condizioni per intervenire, in sicurezza, con la telenarcosi. L'intervento della squadra di cattura ha consentito di addormentare l'orsa che, tuttavia, non è sopravvissuta. E' stato possibile catturare con la medesima modalità, per poi prontamente liberarlo, anche uno dei due cuccioli, che è stato dotato di marca auricolare al fine di assicurarne il costante monitoraggio. A tal fine sul posto è già operativa la squadra d'emergenza. Dell'episodio sono stati informati il Ministero dell'Ambiente, l'Ispra e l'Autorità giudiziaria. Già in giornata l'animale sarà sottoposto ad analisi autoptica".
Daniza, 19 anni, arrivata in Trentino nel 2000 nell’ambito di un progetto di ripopolazione dell’area, ha perso la sua personale lotta contro la morte dopo quasi un mese di latitanza da quando, a Ferragosto, in presenza dei propri cuccioli, aveva ferito un cercatore di funghi nei boschi del Trentino, nei pressi di Pinzolo, che si era avvicinato troppo per guardare i suoi cuccioli. A seguito dell’accaduto, la Provincia di Trento aveva prima deciso di uccidere l’orsa e poi di catturarla, a seguito della veemente protesta di animalisti e semplici cittadini che si sono mobilitati sul web con petizioni ch, in pochissimi giorni, hanno raggiunto livelli record di firme. Ma qualcosa stanotte è andato storto. L'orsa è stata infatti catturata e narcotizzata ma non ha retto alla dose di anestesia che è stata iniettata nel suo corpo per completare l'operazione di cattura.
A questo punto, noi di animalieanimali.it chiediamo con forza che "si faccia luce al più presto sull'accaduto, e non con i tempi biblici della giustizia italiana e che vadano a casa tutti i responsabili di questa assurda vicenda che ha portato alla morte un bellissimo esemplare di orsa e ha reso orfani i suoi cuccioli. Qui siamo alla morte dell'ambiente". "Oggi, con la morte di Daniza, - afferma il Direttore Responsabile di Animalieanimali.it Marco D'Amico - si è creato un precedente e, se si continuerà su questa direzione avremo un futuro di boschi e foreste senza animali. I nostri bambini potranno vedere gli animali solo nelle strutture attrezzare, chiusi in gabbia o negli acquari. E non è questo ciò che vogliamo!".
Per salvare Daniza si erano mobilitate le associazione animaliste, con Lav in testa che adesso denuncia: "Esecuzione annunciata, responsabili paghino!"

 

I videomessaggi di Licia Colò & Friends:

Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbe interessare anche:

@liciaanimalie

Corpo Forestale Dio li fa poi li accoppia