Kinder
AnimalieAmbiente.it / rubriche / Ecologia e Ambiente / SPARIZIONI DI GATTI E ALTRE CATASTROFI, ENPA CONTRO AIDAA, BASTA ALLARMISMI
26 nov 07

SPARIZIONI DI GATTI E ALTRE CATASTROFI, ENPA CONTRO AIDAA, BASTA ALLARMISMI
26 nov 07

Polemica per la bulimia di comunicati stampa".

<b>SPARIZIONI DI GATTI E ALTRE CATASTROFI, ENPA CONTRO AIDAA, BASTA ALLARMISMI<BR>26 nov 07
26 novembre 2007 - La Sezione di Milano dell’ENPA punta il dito contro la comunicazione ad effetto dell’associazione AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente) e chiede uno stop definitivo alla continua diffusione di cifre, palesemente inventate, e di problemi esasperati in modo paradossale. La produzione ininterrotta di allarmi da parte di questa associazione sembra aver infatti toccato il fondo ed ENPA si rivolge alle testate giornalistiche invitando ad una maggiore attenzione nel controllo delle fonti. Gli esempi sono innumerevoli e basta verificare sul sito dell’AIDAA quale bulimia vera e propria di comunicati stampa vi sia stata negli ultimi mesi (191 comunicati negli ultimi otto mesi, una media di 23,8 al mese), sempre e costantemente con numeri giganteschi e scenari apocalittici. Questo il quadro, a Milano o in Italia che AIDAA descrive nei suoi comunicati: cinquanta gatti spariti dall’ospedale Niguarda dopo essere stati caricati su un furgone e portati in Germania per finire vivisezionati, 60.000 gatti neri uccisi tutti gli anni in Italia per i riti satanici (ossia 164 al giorno, ndr) , 3000 colonie feline a rischio di estinzione a Milano, 70 gatti spariti di colpo alla Malpensa, 9500 rapimenti di cani in Italia, 900 segnalazioni di accattonaggio a Milano (396 i cani impiegati, finiti secondo AIDAA anche nel giro della cucina etnica), con un giro di affari di 600 milioni di euro (1161 miliardi di lire, ndr), 3000 le galline sgozzate a Milano per i riti satanici, 160 i cani rapiti a Milano sotto gli occhi dei proprietari (sempre per finire ovviamente vivisezionati), 250.000 pesci rossi regalati nelle fiere in Lombardia in un anno (684 al giorno, ndr), 25 gatti gettati da una finestra (tutti assieme?) a Porto Empedocle. Oltre a questi dati, per i quali non serve essere operatori del settore per capirne l’assurdità, tra i comunicati dell’associazione ci sono anche note di colore come un allarme per i rom che pescherebbero i pesci siluro di notte sul Ticino con lampade e scariche elettriche per poi caricare il pesce su camion frigo destinati in Romania, mentre poco distante i cinesi utilizzano pescano con i cormorani come avviene nel loro paese natale (in Cina i cormorani sono legati con un anello al collo che gli impedisce di deglutire il pesce cacciato, ndr..). Si parla anche di un accordo tra AIDAA e il Fronte di Liberazione dei Nani da giardino. Ultimo comunicato di oggi invece, contestato da ENPA non per i dati forniti ma per il suo contenuto, un nuovo servizio di questa associazione che grazie a un gruppo di esperti fornisce consulenza gratuita a chi vuole acquistare e regalare un animale a Natale, mentre l’intero corpo delle associazioni zoofile e animaliste si batte perché nessun animale venga comprato o regalato, tantomeno a dicembre (gli esperti peraltro rispondono alla curiosa mail sportellononni@tiscali.it) . Curiosamente sparito prima delle prevedibili proteste un comunicato di poche settimane fa dove AIDAA faceva pubblicamente i complimenti al tristemente famoso zoo che sorge presso l’ospedale San Raffaele, a dire dell’associazione un modello di benessere per gli animali ospitati. Questa una breve sintesi dei comunicati sui quali si invitano i media a voler riflettere con attenzione, perché con la diffusione di queste notizie si genera soltanto allarmismo e psicosi. Nessuna sottovalutazione dei problemi di tutela degli animali, ma solo un richiamo ad una maggiore serietà da entrambe le parti: AIDAA perché non inventi i dati e non amplifichi qualsiasi voce ascoltata, i media perché su questi temi non si faccia del giornalismo “copia e incolla”.

Ecologia e Ambiente:

Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbe interessare anche:

@liciaanimalie

Corpo Forestale Dio li fa poi li accoppia
  • Direttore editoriale:
    LICIA COLÒ

    Direttore
    responsabile:
    BARBARA LUTZU

    Veterinario
    GIUSEPPE LAROSA

    Etologo ROBERTO MARCHESINI

  • Nutrizionista
    SERENA CAPURSO

    Meteorologo
    LUCA LOMBROSO

    Esperto in diritto ambientale
    GIANFRANCO AMENDOLA
  • ANIMALIEANIMALI ONLUS
    • Via Atenione, 34
      00124 Roma (Italia)
      Tel. +39 06 50.53.603
      C.F. 97256380581
    • Per richieste di donazioni di cibo scrivere a:
      onlus@animalieanimali.it
Web by NET BULL